La Cooperativa



Cos'è e come funziona


La Società Cooperativa Geometri Veronesi (SCGV), su iniziativa dell’allora Presidente del Collegio assieme a 17 “soci fondatori”, pone le sue origini il 19 febbraio 1958, società composta da soli Geometri iscritti all’Albo di Verona. Oltre agli scopi mutualistici e di servizi a favore dei Geometri veronesi per cui è stata fondata, la SCGV venne all’epoca costituita con il principale obbiettivo di acquistare un immobile da adibire alla sede istituzionale del Collegio in proprietà quindi degli stessi Geometri veronesi, gli unici in quel periodo proprietari della propria sede.

Tutte le attività ed iniziative della SCGV vengono approvate con deliberazioni da parte del proprio Consiglio di Amministrazione composto da cinque membri (il Presidente, il Vicepresidente e tre Consiglieri) e, quando necessario, anche da parte dell’assemblea dei soci.

La SCGV ha un proprio statuto ed un proprio bilancio di esercizio annuale che viene posto all’approvazione da parte dell’assemblea dei soci per la fattispecie convocata al termine di ogni esercizio. Il Consiglio di Amministrazione viene nominato dall’assemblea dei soci e rimane in carica per tre anni di esercizio. Attualmente gli organi sociali della SCGV sono: l’Assemblea dei Soci, il Consiglio di Amministrazione ed il Revisore Contabile. Possono essere ammessi come soci i geometri iscritti all’Albo del Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Verona, nonché i praticanti regolarmente iscritti nel Registro Praticanti del Collegio stesso. La durata della SCGV è stabilita per statuto fino al 31 dicembre 2050 che potrà eventualmente essere prorogata dall’assemblea dei soci.

 



Organigramma


Presidente

geom.

Furlani Fiorenzo

Vice Presidente

geom.

Turri Romano

Consigliere

geom.

Pesenato Giovanni

Consigliere

geom.

Rama Vania

Consigliere

geom.

Zampieri Giada



Il ruolo


Il ruolo, cioè l’Oggetto Sociale e Scopo della Società Cooperativa Geometri Veronesi (SCGV), retta e disciplinata secondo il principio della mutualità senza fini di speculazione privata, è quello di perseguire l’interesse generale dei propri soci con il coordinamento, la valorizzazione, il sostegno e la difesa della loro attività professionale, il tutto così sintetizzato e riportato nel logo ufficiale istituito il 12 marzo 2012: Formazione Valorizzazione Comunicazione.

Quindi il ruolo della SCGV, quale braccio operativo del Collegio, sostanzialmente consiste nello svolgere le seguenti principali attività:
a) organizzazione e gestione di servizi connessi, di supporto e di completamento dell’attività professionale del geometra;
b) perseguimento di qualsiasi iniziativa anche di natura economica e commerciale idonea ad incrementare lo spirito solidaristico, la professionalità e la preparazione culturale dei soci.

A tal fine l’attività della società cooperativa è concretamente volta a:
1) organizzare e gestire convegni, sia a carattere provinciale che interprovinciale, favorire ogni possibile scambio culturale a vantaggio dei soci, ivi compresa la pubblicazione diretta o la partecipazione alla pubblicazione di libri e riviste a ciò finalizzate, come pure organizzare corsi di aggiornamento e di perfezionamento, partecipare a corsi o convegni indetti da altri enti, promuovere ogni altra attività culturale-educativa, creare e gestire servizi e centri di elaborazione dati a vantaggio dei soci e degli iscritti nel Registro dei Praticanti tenuto dal Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Verona;
2) curare lo studio di procedure, programmi, software e progetti nonché lo sviluppo di ricerche utili ai soci;
3) curare l’organizzazione di banche dati di qualsiasi tipo inerenti alle professioni dei soci.

La SCGV può inoltre svolgere qualunque altra attività connessa ed affine a quelle sopraindicate, nonché concludere tutti gli atti e le operazioni contrattuali di natura mobiliare, immobiliare e finanziarie necessarie al raggiungimento degli scopi sociali e fra l’altro a titolo esemplificativo:

• dare adesioni a partecipazioni ad enti ed organismi, associativi o societari diretti a consolidare e sviluppare la professione, comprese le o.n.l.u.s. con finalità sociale e culturale a favore dei propri iscritti;

• assumere partecipazioni sotto qualsiasi forma in imprese, specie, se svolgono attività analoghe e comunque accessorie all’attività sociale;

• assumere interessenze o partecipazioni in altre imprese cooperative, o comunque legate al movimento cooperativo; dare adesioni e partecipare ad altri enti ed organismi economici, anche con scopi consortili e fideiussori, diretti a consolidare e sviluppare il movimento cooperativo;

• richiedere prestiti, mutui e contributi previsti dalle leggi;

• stipulare convenzioni in genere, utili per il raggiungimento degli scopi sociali;

• svolgere e sviluppare tutte le attività dirette al raggiungimento degli scopi sociali, anche attraverso l’acquisto di immobili, di macchine contabili ed altre attrezzature utili o richieste dalle nuove tecniche aziendali.

Nell’espletamento della sua attività la società potrà usufruire di contributi erogati da enti pubblici quali a puro titolo esemplificativo: Unione Europea, Stato, Regioni, Province e Comuni, nonché quelli erogati da enti ed ordini professionali;

c) l’acquisto, senza fine di lucro, di fabbricati o porzioni di fabbricati urbani, oppure l’acquisto di aree e successive edificazioni di fabbricati e la destinazione degli stessi a sedi o succursali del Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Verona e della società cooperativa stessa.

La locazione e la gestione diretta di fabbricati o porzioni d fabbricati urbani, da destinare a sedi o succursali del Collegio Geometri e Geometri Laureati.

Infine, ma non per ultimo, si evidenzia che la SCGV è l’editore della rivista di categoria “Il Geometra Veronese” che, con la propria attività redazionale, da quasi 60 anni tiene puntualmente aggiornati in merito alla professione i propri soci ed iscritti al Collegio.

Pertanto l’offerta dell’attività della cooperativa è la più svariata, essenzialmente rivolta ai propri soci ed iscritti al Collegio. Altresì, anche al fine di rendere più razionale e meno oneroso il servizio reso ai soci, può eventualmente estendere le sue prestazioni anche a non soci.



Le prospettive


Le prospettive e le priorità dell’attività attuale e immediatamente futura della SCGV (in sintonia con il Collegio) sono principalmente:
A) incrementare ed aggiornare la professionalità e la preparazione culturale dei propri soci attraverso la formazione continua, incrementandone il valore tecnico-scientifico con percorsi formativi ad indirizzo universitario;
B) incentivare l’immagine e la conoscenza della professione, ruoli e attività del Geometra verso l’intera comunità, mediante concrete iniziative sull’intero territorio della provincia di Verona.

In merito a tali iniziative, in sintesi si espone:

A) La libera professione del geometra e la sua attività, in particolare nell’ambito dell’edilizia, in questi quasi 90 anni di storia è radicalmente cambiata ed evoluta, infatti la frenetica evoluzione ed innovazione tecnologica, che caratterizza da tempo e tuttora l’andamento socio-economico, richiede costantemente un celere adeguamento della libera professione, sempre più ampia e approfondita per rimanere al passo con i tempi.

Pertanto, sempre con riferimento al principio di mutualità  – tenendo ben chiaro che (oggi verso il futuro) la necessità per la formazione di un geometra ha sempre più bisogno di precise componenti culturali e tecniche in equilibrio correlato tra loro, in particolare la  componente delle costruzioni, dell’estimo, della topografia e delle nozioni di base di diritto e di economia – la principale attività rimarrà e sarà quella di incrementare ed aggiornare la professionalità e la preparazione culturale dei propri soci attraverso la  formazione continua contribuendo nel contempo a valorizzare l’immagine dell’intera categoria.
Ma ancor di più, in tale ottica, l’impegno della Cooperativa porrà particolare attenzione e sarà ancor maggiormente incidente e operante affinché venga elevata la preparazione tecnico-qualitativa e professionale del Geometra,  mediante la messa in campo anche di una formazione superiore a livello universitario che garantisca precise competenze scientifiche, in modo così da assicurare alla categoria (anche nel prossimo futuro, che è alle porte) la libera professione, sia in ambito nazionale che transnazionale.

Infatti, oggi, l’evoluzione della normativa europea in ambito delle libere professioni, non lascia spazio ad equivoci:
per tutti i liberi professionisti europei sarà in futuro obbligatorio il possesso di un titolo universitario per poter esercitare la professione a livello transnazionale (in prima battuta) per poi esserlo anche a livello nazionale sulla base dei trattati che reggono l’Unione.

È bene precisare che per la SCGV, la “prospettiva” di una formazione superiore a favore dei Geometri veronesi, è già una “realtà” in quanto, per essere al passo con i tempi e quindi precursore a favore dei propri soci, ha messo in campo e già dato attuazione ad un “progetto di formazione universitaria” volto all’incentivazione di percorsi formativi universitari triennali, anche mediante la disposizione (per quanto possibile) di risorse economiche, in modo da assegnare un contributo (borsa di studio) al termine del percorso universitario ai Geometri che hanno ottenuto il relativo titolo di laurea triennale.

B) Come già summenzionato la professione, la figura e l’attività del Geometra, in questi quasi 90 anni della sua storia, è radicalmente cambiata ed evoluta. In tal senso è così che, sia in ambito nazionale che europeo, da tempo si sta lavorando all’adeguamento della formazione per le cosiddette “professioni intermedie” (tradizionalmente quelle con un titolo di studio di scuola media superiore) come per i Geometri. Questo periodo di adeguamento e di transizione (come il più delle volte) sta generando tra i Geometri anche un po’ di apprensione in quanto permane ancora la mancanza di certezze, forse, anche a causa di svariate riforme e provvedimenti che hanno nel frattempo regolamentano la professione (e le professioni in genere), in particolare quella riguardante l’ordinamento scolastico degli istituti C.A.T. per Geometri. Sta di fatto che nel “mondo dei Geometri” da tempo risuona il tam tam della preoccupazione che sfocia in due costanti domande: “ma allora cosa può fare il Geometra oggi e il Geometra domani? Ci saranno distinzioni di competenze tra il Geometra oggi e il Geometra Laureato del domani?

In attesa di provvedimenti certi e chiari (chissà quando), è allora importante, se non determinante, agire e lavorare oggi, quantomeno per rinnovare e riqualificare l’immagine della professione del Geometra (figura storica ed emblematica delle professioni), pubblicizzando e facendo conoscere seriamente e concretamente, i suoi ruoli, le sue attività e le sue capacità tutt’oggi ben presenti, all’intera comunità mediante concrete iniziative sul territorio.

A tal fine si è prospettato, come primo passo concreto, scendere nuovamente “in campo” mettendosi a disposizione della comunità, individuando per la fattispecie delle sedi opportune sparse su tutto il territorio provinciale ipotizzate come “Sportello Amico” (Il Geometra, il Cittadino), in cui il Geometra in forma gratuita sarà (ancora) protagonista come consulente di riferimento a supporto del cittadino o a chiunque ne abbia necessità, su tematiche e problematiche (ad es. tecniche, di diritto, controversie, fiscali) della vita di tutti i giorni, che competono evidentemente alle attività inerenti al ruolo e professione del geometra.


ULTIME NEWS


News | Comune di Botticino cerca membro commissione cava Marmo di Botticino

Pubblicato da 3 giorni Il Comune di Botticino rende noto il 2° avviso per la manifestazione di interesse alla nomina a componente della commissione giudicatrice relativa alla procedura di affidamento del contratto di concessione del titolo di disponibilità del bacino di cava del c.d. “Marmo di Botticino”. Le manifestazioni di interesse dovranno pervenire attraverso pec all’indirizzo del comune di […]


leggi tutto

News | Fiorenzo Furlani è il nuovo Presidente del Collegio Geometri di Verona

Pubblicato da 2 settimane Fiorenzo Furlani è il nuovo presidente del Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Verona. Eletto dal nuovo Consiglio direttivo del Collegio rimarrà in carica fino al 2022. Fiorenzo Furlani succede a Roberto Scali che, dopo 20 anni di servizio, in vari ruoli, a favore del Collegio e dei colleghi, ha deciso di non assumere altri incarichi istituzionali


leggi tutto

News | Sicurezza e mediazione. Le telecamere de ‘Il Lavoro a 360°’ al Convegno Geometri

Pubblicato da 3 settimane Il lavoroa360, trasmissione in onda su Telearena e TeleMantova, ha dedicato un'intera puntata al Convegno Formativo di martedì 12 giugno 2018: "Sicurezza, incentivi fiscali e mediazione. I Geometri al servizio dei cittadini". Una giornata di approfondimento professionale dedicata a consulenza tecnica, mediazione e, soprattutto, messa in sicurezza e miglioramento


leggi tutto

Archivio NEWS >

newsletter

NEWSLETTER

Iscriviti subito per rimanere sempre aggiornato con le ultime novità